Nelle case della gente (PSE – Porto Seguro Editore, 2015)

Finalmente uscito, dopo i riconoscimenti in alcuni premi nazionali, il romanzo Nelle case della gente. Pubblicato dalla giovane ed entusiasta casa editrice fiorentina PSE (Porto Seguro Editore), il libro, di genere intimista, mescola autobiografia e finzione, a formare una sorta di memoir in terza persona. Le continue riflessioni del protagonista, insieme alle sue paure più opprimenti e alle sue ossessioni, costruiscono un viaggio esistenziale fatto di verità e menzogne, eventi accaduti o soltanto presunti. Un’indagine personale a caccia di se stesso e del suo passato, dove niente trova un posto preciso. Tanti i gli elementi del romanzo: la casa, il rapporto con gli oggetti, il padre, la deriva umana verso una costante precarietà. E tanti gli autori menzionati e omaggiati: da Anton Cechov a Joseph Conrad, da Philip Roth a Paul Auster. Tra vita e letteratura, una ricerca spasmodica della propria identità. 

La copertina di Dalla quarta di copertina:

Il protagonista senza nome del romanzo, dopo aver ricevuto un messaggio criptico da una persona spuntata dal suo passato, ha l’opportunità di conoscere dettagli nascosti della propria vita. Frastornato da un’esistenza piena di vuoti e da un padre sbagliato, si ritrova a compiere un tour tra le stanze della casa in cui abita e allo stesso tempo un viaggio nei ricordi. Sempre in bilico tra memoria e futuro, la storia conduce verso un’unica direzione: la ricerca della verità, una verità nascosta, soppressa, inseguita, ritrovata. Nelle case della gente (nel 2014, finalista al Premio Edizione Straordinaria e vincitore del Premio BrainGnu) è un labirinto claustrofobico tra le pareti della precarietà, una tragedia privata in più atti che si snoda tra coincidenze, analogie inquietanti, date e numeri che ritornano a tormentare. A conclusione di ogni capitolo, lo studio di un romanzo, esercizio feticista e pedante, atto di riverenza assoluta mediante il quale il protagonista smonta i testi e li ricompone in una sorta di mosaico, dove le parole degli scrittori si mischiano con le sue a confondere finzione e realtà.”

Leggi il resto dell’articolo

Annunci