Nessun cactus da queste parti (Il Foglio Letterario, 2016)

Nessun cactus da queste parti è un romanzo che mescola i generi e si diverte a giocare con i cliché del noir. Raccontato con uno stile umoristico e già definito come un hard-boiled postmoderno, è pubblicato dalla casa editrice Il Foglio Letterario ed è in vendita in tutte le librerie e sulla rete.

Questa la breve descrizione del libro stampata sulla bandella:Nessun cactus da queste parti (cover)

Porto Rens, “una moderna Gotham, la caricatura di una degradata metropoli inesistente”. Qui, a circa cento anni da oggi, un detective in crisi esistenziale fronteggia i suoi fallimenti, inseguito dal fantasma di una logorante dipendenza alcolica e da quello di Dana, la donna che l’ha mollato ormai da tempo. Il riscatto però è dietro l’angolo, ed ecco un nuovo caso per lui: c’è da trovare un ladro di nomi, non è roba da poco. Una volta lo chiamavano drago. E ora sta per tornare.

Di seguito invece il breve estratto presente in quarta: 

“Ogni ritorno alla vita dopo che si è tentato di buttarla comporta una ragionevole dose di sofferenza. Come a dire che adesso ti devi riguadagnare il diritto a chiederla indietro. Io l’avevo presa e sbattuta a terra, poi ci ero passato sopra coi piedi. E ora avrei voluto semplicemente raccoglierla e dargli una spiegazzata, oh sì, se fosse stato possibile!”

Alcuni link per l’acquisto online del libro:

Hanno detto, a proposito di Nessun cactus da queste parti:

 

[…] Questi cliché vengono trattati in termini parodistici dall’autore, Mirko Tondi, che in questo romanzo dimostra elevatissime doti di ironia, con un sarcasmo che sovverte e ribalta i canoni tradizionali del genere, rendendo la lettura leggera e divertente.”

  • “Lo stile dell’autore è a dir poco delizioso, curato e ben studiato, modellato in base ai pensieri e al modo di esprimersi del protagonista e al suo complicato rapportarsi con gli altri.” – Alessio Del Debbio (clicca di seguito e vai alla recensione completa sul blog Lande incantate);
  • “Un’opera decisamente originale e innovativa, che avvince sin dalle primissime pagine.” – Cinzia Cappelli (la recensione completa è sul blog Sapore di libri);
  • “L’opera è esilarante, scritta molto bene, un rompicapo di specchi e rimandi a smontare e rimontare generi letterari, dalla fantascienza al noir.” – Patrizia Poli per il blog Signora dei filtri;
  • “Il romanzo di Mirko Tondi mescola i generi e gioca con gli stereotipi dell’hard-boiled per provare a ribaltarli, a rileggerli in chiave personale regalandoci atmosfere noir, come anche elementi fantastici e distopici attraverso la chiave di una costante e intelligente ironia.” – Chiara Novelli per Literary.it;
  • “…suggestivo e godibile a ogni passaggio” – Enza Iozzia per Aphorism;
  • “Facile perdersi nel romanzo di Mirko Tondi […] Tutto è funzionale alla trama principale, ogni aspetto correlato assume grande rilievo, arricchisce l’enigma iniziale e così la necessità di raggiungere tutte le risposte.” – Veronica Romani per il blog La contorsionista di parole
  • “Il mondo visionario di Mirko Tondi rivela, nella storia, la sua profondità, e porta il lettore dentro a un film in 3D mirabolante e avventuroso: dai diversi piani di lettura, tra loro sapientemente intrecciati, emerge una narrazione potente ed evocativa” – Margherita Corradin per il blog La stamberga dei lettori
  • “Con un certo humour, una scrittura fluida, tante idee di fondo e un’introspezione ben realizzata, Mirko Tondi nel libro Nessun cactus da queste parti vuole non solo far scoprire chi sia il ladro dei nomi e che fine farà il nostro detective, ma inserisce la storia in un contesto più grande” – RecensioneLibro.it;
  • “Se l’alternativa era vedere un film, potete tranquillamente sedervi comodi e aprire questo libro, perché i ritmi sono gli stessi, stessa velocità, stesso modo di cambiare scena e inquadratura” – Francesco Balestri per La bancarella del libro.
  • “[…] Questi cliché vengono trattati in termini parodistici dall’autore, Mirko Tondi, che in questo romanzo dimostra elevatissime doti di ironia, con un sarcasmo che sovverte e ribalta i canoni tradizionali del genere, rendendo la lettura leggera e divertente.” – Elia Spinelli per il blog Gli scrittori della porta accanto.

Un po’ di rassegna stampa:

Annunci

Info iltondi
Sono uno scrittore o qualcosa del genere, un precario senza che questo sia veramente un lavoro. Non so cosa cerco, ma forse un giorno lo troverò scrivendo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: