Alla prossima fermata (Distanze Lab, 2016)

Alla prossima fermataÈ uscita per Distanze Lab l’antologia in ebook Alla prossima fermata. Sono qui raccolte storie di pendolari e viaggiatori, le vite di un esercito di persone che ogni giorno utilizzano i mezzi pubblici per spostarsi, andare a scuola o a lavorare. All’interno, a pagina 69, troverete anche il mio racconto Cadavere in linea

Ecco qui l’incipit: “Ho sempre pensato che si chiamasse piazza del Pantheon. Fa niente se oggi scopro che no, è piazza della Rotonda. Fa niente anche che sia arrivato con circa sei ore di ritardo.”

Questo di seguito il link per scaricare l’ebook.

Annunci

Street book Magazine (Numero 0)

È uscito il numero 0 di Streetbook Magazine, rivista fiorentina disponibile in formato cartaceo e digitale. La giovane redazione ha selezionato il mio racconto Luoghi comuni in luoghi poco comuni, che potrete trovare all’interno della rubrica “Indubbiamente”. streetbook-0

Questa la lista aggiornata dei posti in cui potete trovare la rivista in cartaceo.

Qui di seguito invece il link che rimanda alla versione digitale, che si può leggere direttamente dal sito threefaces.org.

Ecco l’inizio del racconto, giusto per dare un assaggio: “Allora, ci sono un tedesco, un francese e un americano. No, aspetta, un italiano, ci vuole. Ci sono un tedesco, un francese e un italiano.”

Vista da noi (Porto Seguro, 2016)

Dopo nemmeno un anno dalla nascita del Gruppo Scrittori Firenze, ecco una prima antologia di racconti. Le storie, di genere e lunghezza diversi, sono tutte accomunate da una cosa: la città di Firenze. Tutto si svolge lì, dando vita a una città multiforme, dalle sfaccettature infinite. Il libro è uscito nel giugno 2016 e si può trovare negli store online e nelle librerie. Vista da noi

Qui la breve presentazione scritta dalla casa editrice: “Tutto è cominciato al tavolino di un bar, a Firenze. Un amico, uno scrittore: ci unisce la passione per le parole e la mancanza di un luogo dove gli autori possano ancora discutere sulle ragioni della letteratura, sulla comprensione delle dinamiche sociali, dei percorsi storici e, su tutto, approfondire l’indagine sull’uomo e sulla donna, specchio e conseguenza di ogni fenomeno. In seguito altre inquietudini, altri scrittori. Per tutti, la necessità di condividere e moltiplicare occasioni di confronto interno, sulla scrittura, ed esterno, con i lettori. Ma come riuscire a fare tutto ciò, a farci conoscere, a entrare in contatto con voi? Semplicemente con le nostre parole: raccontare. Un’antologia. E su quale tematica far convergere le nostre storie? Un nome, un titolo…”

All’interno troverete il mio racconto dal titolo Tra un’eclissi e l’altra, del quale ecco qui l’incipit: “La prima cosa che Carmen si ricorda di Firenze è un caffè in un bar qualsiasi. Sapeva di bruciato e di nostalgia infilata nella gola. Odorava di un arrivo sbagliato.”

Infine il link che rimanda all’acquisto dell’antologia direttamente dalla Porto Seguro.