Tutte le facce di Firenze (Il Foglio Letterario, 2017)

Dai laboratori di scrittura di Mirko Tondi, una selezione di autori a creare una raccolta dinamica e ricca di spunti originali. Voci diverse che convergono in un unico punto, la città di Firenze, mettendone in risalto gli aspetti più evidenti e quelli più nascosti, il secolare prestigio e la natura contraddittoria. Firenze, popolare e nobile allo stesso tempo, è scolpita anche qui, in questa multiforme opera collettiva.Tutte le facce di Firenze

Dalla prefazione dell’antologia: “Firenze, superba e guardinga come un gatto di razza. E poi, non si discute, fonte di bellezza senza fine. Ma già lo sappiamo. Firenze però non è solo questo: è la città degli studenti, del centro da cartolina e della periferia residenziale, di un dialetto sgraziato eppure divertente, dei mestieri artigiani di una volta e di tradizioni che continuano a durare, dei circolini in cui si guarda la Fiorentina ma anche dei ritrovi artistici ed esclusivi.”

Lo trovate in vendita anche qui: https://www.ibs.it/tutte-facce-di-firenze-libro-vari/e/9788876066634

 

Annunci

Street book Magazine (Numero 0)

È uscito il numero 0 di Streetbook Magazine, rivista fiorentina disponibile in formato cartaceo e digitale. La giovane redazione ha selezionato il mio racconto Luoghi comuni in luoghi poco comuni, che potrete trovare all’interno della rubrica “Indubbiamente”. streetbook-0

Questa la lista aggiornata dei posti in cui potete trovare la rivista in cartaceo.

Qui di seguito invece il link che rimanda alla versione digitale, che si può leggere direttamente dal sito threefaces.org.

Ecco l’inizio del racconto, giusto per dare un assaggio: “Allora, ci sono un tedesco, un francese e un americano. No, aspetta, un italiano, ci vuole. Ci sono un tedesco, un francese e un italiano.”

Vista da noi (Porto Seguro, 2016)

Dopo nemmeno un anno dalla nascita del Gruppo Scrittori Firenze, ecco una prima antologia di racconti. Le storie, di genere e lunghezza diversi, sono tutte accomunate da una cosa: la città di Firenze. Tutto si svolge lì, dando vita a una città multiforme, dalle sfaccettature infinite. Il libro è uscito nel giugno 2016 e si può trovare negli store online e nelle librerie. Vista da noi

Qui la breve presentazione scritta dalla casa editrice: “Tutto è cominciato al tavolino di un bar, a Firenze. Un amico, uno scrittore: ci unisce la passione per le parole e la mancanza di un luogo dove gli autori possano ancora discutere sulle ragioni della letteratura, sulla comprensione delle dinamiche sociali, dei percorsi storici e, su tutto, approfondire l’indagine sull’uomo e sulla donna, specchio e conseguenza di ogni fenomeno. In seguito altre inquietudini, altri scrittori. Per tutti, la necessità di condividere e moltiplicare occasioni di confronto interno, sulla scrittura, ed esterno, con i lettori. Ma come riuscire a fare tutto ciò, a farci conoscere, a entrare in contatto con voi? Semplicemente con le nostre parole: raccontare. Un’antologia. E su quale tematica far convergere le nostre storie? Un nome, un titolo…”

All’interno troverete il mio racconto dal titolo Tra un’eclissi e l’altra, del quale ecco qui l’incipit: “La prima cosa che Carmen si ricorda di Firenze è un caffè in un bar qualsiasi. Sapeva di bruciato e di nostalgia infilata nella gola. Odorava di un arrivo sbagliato.”

Infine il link che rimanda all’acquisto dell’antologia direttamente dalla Porto Seguro.

#numerotre di con.tempo

Copertina di con.tempo n° 3

L’immagine di copertina di con.tempo n° 3

Uscito il numero 3 della rivista letteraria con.tempo, iniziativa lodevole del territorio toscano che da quasi due anni promuove i racconti degli scrittori emergenti. In questo numero, il cui tema era “Dietro le quinte”, potrete trovare un mio racconto dal titolo Dipinto di un giovane Van Gogh. Ecco qui di seguito l’incipit del racconto: 

E mentre annottava, la calura estiva saliva verso l’alto e andava a ribollirgli addosso. Il sudore andava dalla parte opposta, fino a scendere in piccole gocce su un tappeto finto-giapponese a fiori rosa, o forse viola, o forse qualcosa del genere. Non fiori di ciliegio. Né di pesco. Un disegno stilizzato e del tutto impreciso. Di fatto, non poteva dirsi un esperto di fiori, né di tappeti. Se ne stava sul soppalco davanti al computer. Lì aveva deciso di allestire il suo studio, che in realtà da decidere non c’era nemmeno, visto che gli spazi del suo appartamento in affitto erano quelli: o lo faceva sul soppalco oppure non lo faceva. Allora d’estate si beccava il caldo e zitto.

La rivista è distribuita gratuitamente ed è disponibile in vari punti di Firenze e dintorni, come librerie, biblioteche, caffè letterari e centri culturali. Sul sito di con.tempo trovate tutte le indicazioni circa dove trovarla, ma anche informazioni generali sul progetto e le tracce da seguire per partecipare alle prossime selezioni. Buona lettura!

Il numero 3 di con.tempo è online! Possibile leggerlo su Issu.com

Sotto la lente – Antologia di scrittori fiorentini (Giulio Perrone Editore, 2008)

Sotto la lente è un’antologia di scrittori fiorentini curata da Gabriele Ametrano, e dentro la quale è inclusa la mia poesia Notte fiorentinaAntologia di scrittori fiorentini

La quarta di copertina dell’opera, edita da Giulio Perrone Editore nella collana Lab:

“L’Arno la taglia in due, questa Firenze superba e cattiva. Intorpidita dai fiumi dello splendore passato si lascia vivere riflessa nel verde che un tempo era degli arazzi, e adesso è dell’acqua che scorre in un letto spesso scomodo. Affanna nel caldo asfalto che sputa fuoco e fa impazzire gli automobilisti e poi gela nella solitudine di piccole piazze bistrattate. Smorza gli entusiasmi e poi esaspera le scaramucce. Fa sbandare e poi paralizza di veleno. Acceca di sole e poi fa paludare i raggi nei vicoli puzzolenti. È una bambina capricciosa che non puoi non abbracciare, che ti guarda dopo che fatto esattamente quello che le avevi chiesto di non fare. Batte i piedi. Distesa nelle sue mille luci che vedi laggiù in basso dalla collina. Stesa, addormentata, con gli occhi lucidi di pianto. Che si fa pensare, anche nel sonno.”

Il link della casa editrice Giulio Perrone