Istruzioni di fuga per principianti (Caffèorchidea, 2017)

Dopo la vittoria al concorso “Letteratura è mondo”, ecco qui la pubblicazione di Istruzioni di fuga per principianti, edito dalla nuova e intraprendente casa editrice Caffèorchidea. Dal 21 marzo disponibile in tutte le librerie e nei maggiori circuiti online. Per rimanere aggiornati sulle presentazioni e gli eventi collegati, seguite la pagina Facebook Avevo un sacco di cose da dire.Istruzioni di fuga per principianti

Dalla quarta di copertina: “Piccolo romanzo on the road, manuale sentimentale di classici rock, retrospettiva appassionata di cinematografia. Nelle breve fuga improvvisata di un giovane impiegato di un mobilificio, si compongono i tasselli di una società schizofrenica, governata dalla iper-razionalità dei numeri e da un utilitarismo sfrenato. Partendo da un pretesto prettamente cinematografico – il furto di una valigetta presumibilmente piena di soldi – si dipanano disavventure e inseguimenti rocamboleschi. Sullo sfondo, lungi dai grandi spazi western, le strade e i dirupi della maremma toscana si prestano a un’odissea minimal, mentre Radio Maremma Rock passa i pezzi che hanno fatto la storia della musica internazionale. Con la sua fuga poco convenzionale, Giacomo, donchisciotte moderno, si fa beffe delle regole di tutti i giorni per concedersi al sogno più coraggioso: quello di rendere felici chi ci è accanto.”

Un po’ di rassegna stampa sul libro:

Annunci

Nelle case della gente (PSE – Porto Seguro Editore, 2015)

Finalmente uscito, dopo i riconoscimenti in alcuni premi nazionali, il romanzo Nelle case della gente. Pubblicato dalla giovane ed entusiasta casa editrice fiorentina PSE (Porto Seguro Editore), il libro, di genere intimista, mescola autobiografia e finzione, a formare una sorta di memoir in terza persona. Le continue riflessioni del protagonista, insieme alle sue paure più opprimenti e alle sue ossessioni, costruiscono un viaggio esistenziale fatto di verità e menzogne, eventi accaduti o soltanto presunti. Un’indagine personale a caccia di se stesso e del suo passato, dove niente trova un posto preciso. Tanti i gli elementi del romanzo: la casa, il rapporto con gli oggetti, il padre, la deriva umana verso una costante precarietà. E tanti gli autori menzionati e omaggiati: da Anton Cechov a Joseph Conrad, da Philip Roth a Paul Auster. Tra vita e letteratura, una ricerca spasmodica della propria identità. 

La copertina di Dalla quarta di copertina:

Il protagonista senza nome del romanzo, dopo aver ricevuto un messaggio criptico da una persona spuntata dal suo passato, ha l’opportunità di conoscere dettagli nascosti della propria vita. Frastornato da un’esistenza piena di vuoti e da un padre sbagliato, si ritrova a compiere un tour tra le stanze della casa in cui abita e allo stesso tempo un viaggio nei ricordi. Sempre in bilico tra memoria e futuro, la storia conduce verso un’unica direzione: la ricerca della verità, una verità nascosta, soppressa, inseguita, ritrovata. Nelle case della gente (nel 2014, finalista al Premio Edizione Straordinaria e vincitore del Premio BrainGnu) è un labirinto claustrofobico tra le pareti della precarietà, una tragedia privata in più atti che si snoda tra coincidenze, analogie inquietanti, date e numeri che ritornano a tormentare. A conclusione di ogni capitolo, lo studio di un romanzo, esercizio feticista e pedante, atto di riverenza assoluta mediante il quale il protagonista smonta i testi e li ricompone in una sorta di mosaico, dove le parole degli scrittori si mischiano con le sue a confondere finzione e realtà.”

Leggi il resto dell’articolo

rock opera/edizione ebook (ilmiolibro.it, 2012)

rock opera è disponibile anche come e-book! Dopo essere entrato nella rosa dei 200 migliori romanzi del concorso “ilmioesordio 2012” (per ilmiolibro.it, in collaborazione con Feltrinelli e Scuola Holden) e in quella dei migliori 100 per “ilmioesordio 2013” (ancora semifinalista, con la seconda edizione), la versione cartacea viene affiancata da quella digitale. Due diverse copertine per i due formati (nell’immagine la copertina al neon per l’e-book, elaborazione grafica di Marco Catarzi).

la copertina al neon della versione ebook (by Marco Catarzi)

Questa la quarta di copertina dell’opera:
Questa storia comincia quarantacinque anni fa, con una musica nuova. Oggi non si può raccontarne che la fine, mentre quella musica continua a girare sul piatto senza curarsi del tempo. 
Brando crede di essere la reincarnazione di Jimi Hendrix. Ma è bianco, e neanche sa suonare tanto bene la chitarra. 
Ramírez è un fanatico religioso. Ma è convinto che gli altri debbano pensarla come lui, ed è disposto a uccidere pur di essere ascoltato. 
Chloé è bella da togliere il fiato. Ma non lo sa, e le sue insicurezze scaturiscono un fascino ingenuo e incontaminato. 
Ognuno di loro si imbatterà negli altri, in un gioco di coincidenze che culminerà in un grottesco e sorprendente finale.

Un po’ di rassegna stampa:

– Il link alla pagina del romanzo su ilmiolibro.it (troverete annessa la recensione di  Barbara Proietti)

– Una pagina di Aphorism dedicata al libro, con la recensione di Antonio Colosimo

– La presentazione di rock opera a cura di Alessandro Bagnato, nel suo sito personale

– Il romanzo citato in una pagina di Leggere Online

Ecco qua invece alcuni link per l’acquisto in rete:

–  bookrepublic

–  Amazon

Unilibro

Come fili che s’intrecciano (Abel Books, 2012)

Dopo aver vinto il Premio Speciale nella categoria Inediti al Concorso Letterario Nazionale “Autore di te stesso” 2011, con la conseguente pubblicazione di un estratto del romanzo su RecensioneLibro.it (per leggere clicca su questo link), Come fili che s’intrecciano è diventato un e-book (Abel Books, 2012).
Romanzo distopico che in parte omaggia l’opera di George Orwell, in special modo il capolavoro 1984. Ma Come fili che s’intrecciano intende anche sperimentare tra i generi e proporre un’innovazione formale, attraverso capitoli brevi e incisivi, essenziali nelle descrizioni. Storia senza nomi né luoghi fisici reali, simmetrica nella costruzione (9 capitoli per 9 paragrafi ciascuno) e dall’impostazione cinematografica, divisa in tre parti: la prima, quella iniziale, come infarinatura dei luoghi e dei personaggi; la seconda, nodale, come sviluppo dei singoli protagonisti ma anche come intreccio progressivo delle loro vicende; l’ultima come risoluzione, tramite la quale è possibile comprendere le storie individuali, le connessioni tra di esse, azioni e conseguenze.

un romanzo sperimentale, omaggio a Orwell

LA QUARTA DI COPERTINA DELL’OPERA:
Una città senza nome, avvolta dalla cupezza di giorni grigi, senza speranza, tutti eternamente uguali. Un Sistema dominante, in grado di controllare, tuttavia senza alcuno sforzo, le vite di persone rassegnate e dirigerle in un agire comune, privo di iniziativa. Un vecchio custode, che procede ormai verso la fine dei suoi giorni, ma con qualcosa ancora da raccontare. Una bambina vivace e spensierata, contro lo sconforto che la circonda. Un luogo che accoglie i reietti, le anime inquiete, o semplicemente i ribelli. Un uomo che fugge e un altro che insegue, entrambi con segreti da custodire. Infine una donna che attende ciò che forse non verrà mai, incurante del mondo che scorre oltre la sua finestra. E poi il tempo, il tempo che guida, che scandisce, che rema a favore di chi lo asseconda o contro chi ha il coraggio di sfidarlo.
UFFICIO STAMPA
– Una recensione di Ilaria Zanato per il blog “I mille e un libro” a questo link.
– Un articolo che parla del romanzo, sulla rivista “Alza la Voce”, distribuita a Firenze e provincia.
– Come fili che s’intrecciano tra le proposte di lettura di Paperblog.
Ecco il link che porta all’acquisto diretto del libro, dal sito della casa editrice Abel Books.
Questi invece alcuni link della catena distributiva:
– Bol.it;
– Ibs.it;
– Amazon;